Nell’auto gli trovarono due chili e 400 grammi di marijuana, inflitti a un avolese due anni e 4 mesi

Siracusa. Il Giudice Monocratico Liborio Mazziotta ha pronunciato sentenza di condanna nei confronti dell’avolese Salvatore Piccione, 55 anni, infliggendogli la pena di due anni e quattro mesi di reclusione ed alla multa di diecimila euro in quanto riconosciuto colpevole dei reati di trasporto e detenzione di sostanza stupefacente e di materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. L’uomo, difeso dall’avvocato Natale Vaccarisi, venne arrestato nel pomeriggio del 13 maggio scorso, dagli agenti della Squadra Mobile di Siracusa e del Commissariato di P.S.di Avola. Gli investigatori della Squadra Mobile, nel corso dei controlli effettuati nel capoluogo, hanno notato un’autovettura con a bordo un uomo che si è incontrato, con fare sospetto, con un’altra autovettura, come se avesse un appuntamento. Infatti, il conducente del secondo veicolo scendeva dal proprio mezzo e si sedeva nella prima autovettura. I poliziotti, bloccata l’autovettura sospetta, hanno operato una perquisizione che ha consentito di rinvenire e sequestrare 2,4 chilogrammi di marijuana.
Gli agenti, per il cospicuo quantitativo di sostanza stupefacente, idoneo a confezionare oltre 3000 dosi di droga, e del valore di mercato della stessa, pari ad oltre 20000 euro e dei precedenti dell’uomo, lo hanno tratto in arresto e posto ai domiciliari con l’ausilio dei colleghi di Avola in quanto lo stesso ivi residente. Salvatore Piccione, dal giorno dell’arresto si trova sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari e, una volta rinviato a giudizio, ha deciso di definire il procedimento a suo carico con il rito abbreviato. Nessun commento ha deciso di rilasciare l’avvocato Natale Vaccarisi, che si è battuto con intensa passione nel tentativo di ottenere una sentenza più benevola per il suo cliente, nonostante quest’ultimo annoveri dei precedenti penali specifici.

CONDIVIDI