Ha fame e va dal vicino di casa per ritirare gli spaghetti e la bottiglia di salsa: arrestato per evasione

Siracusa. Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Siracusa hanno tratto in arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari Claudio Di Paola, 57 anni, disoccupato, con precedenti di polizia. I militari, mentre svolgevano servizio di pattuglia del territorio, hanno sorpreso l’uomo che circolava al di fuori della sua abitazione in violazione delle prescrizioni imposte dalla misura cautelare in atto. Dopo averlo bloccato, i Carabinieri lo hanno accompagnato presso i locali della Compagnia Carabinieri e tratto in arresto. Claudio Di Paola si era recato da un conoscente che abita in pochi metri di distanza dalla sua abitazione per chiedergli un pacco di pasta e una bottiglia di passata di pomodoro in quanto la sua dispensa era assolutamente vuota. Ma le sue spiegazioni non hanno sortito alcuna comprensione da parte dei Carabinieri tant’è vero che, al termine delle formalità, Claudio Di Paola è stato nuovamente posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.
Già due giorni prima i Carabinieri avevano arrestato il Di Paola, sempre per evasione dai domiciliari, in quanto lo avevano sorpreso non dentro la propria casa ma sul pianerottolo, che con la ramazza lo stava spazzando. Nonostante fosse a meno di un metro di distanza dalla propria abitazione i Carabinieri avevano deciso di arrestare Claudio Di Paola, e la loro decisione è stata approvata dal Pubblico Ministero di turno che poi ha chiesto al Giudice delle indagini preliminare di convalidare il duplice arresto.
Questa mattina il Di Paola, assistito dall’avvocato Giorgio D’Angelo, è comparso innanzi al Gip Francesco Alligo che si è limitato a convalidare l’arresto per i due episodi di evasione dai domiciliari ma non gli ha applicato alcuna nuova misura cautelare.

CONDIVIDI