Augusta, arrestati altri 3 tunisini a bordo di nave “Azzurra”: già espulsi, sono ritornati in Sicilia

Augusta. I controlli effettuati dagli agenti della Squadra Mobile a bordo della nave “Azzurra” non finiscono di riservare delle sorprese. Nella giornata di ieri i poliziotti hanno individuati cinque migranti tunisini già colpiti da provvedimenti di espulsione dal territorio italiano e alcuni anche di ordini di cattura per avere commesso dei reati nel nord Italia. Nell’odierna mattinata, nel corso delle fasi di sbarco dei numerosi immigrati presenti a bordo della nave “Azzurra”, ormeggiata nella rada del porto di Augusta, oltre a tutti gli adempimenti riguardanti l’identificazione, il fotosegnalamento ed il relativo accompagnamento di questi ultimi nei vari centri di accoglienza diffusi nel territorio nazionale, gli agenti della Squadra Mobile di Siracusa hanno condotto indagini di polizia giudiziaria che hanno consentito di scoprire che tre immigrati clandestini, di origine tunisina, sono destinatari di provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale e, nonostante ciò, sono rientrati clandestinamente in Italia.
I 3 cittadini extracomunitari, pertanto, sono stati tratti in arresto dagli investigatori della Squadra Mobile aretusea.

CONDIVIDI