Rosolini, marocchino arrestato e rinchiuso a Cavadonna per avere violato ripetutamente i domiciliari

Rosolini. i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto, in ottemperanza ad ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dalla Corte di Appello di Catania, Ahmed Mouach, 36 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia ed attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.
Il Mouach ha infatti ripetutamente violato la misura cautelare alla quale era sottoposto continuando ad operare violazioni gli obblighi connessi alla misura imposta, pertanto è stato tratto in arresto e, espletate le formalità di rito, tradotto presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa, come disposto dai giudici della Corte d’Appello di Catania.
Il marocchino Ahmed Mouach venne arrestato dai Carabinieri il primo aprile del 2019 in esecuzione di una ordinanza di custodia in carcere emessa dalla magistratura in quanto accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un controllo su strada, eseguito nel mese di giugno del 2018, i Carabinieri sorprendevano il marocchino mentre cedeva delle dosi di droga a dei tossici, dai quali riceveva il pagamento con la consegna di banconote. Successivamente, alla conferma della misura cautelare in carcere da parte del Tribunale del Riesame di Catania, il marocchino veniva ammesso al beneficio degli arresti domiciliari, che ha violato ripetutamente. Le violazioni sono state puntualmente segnalate dai Carabinieri alla Corte d’Appello di Catania, che ha deciso di aggravare la misura dei domiciliari con la detenzione in carcere.

CONDIVIDI