Con la messa a dimora di 65 alberelli il Comune celebra la Giornata nazionale dell’albero

Siracusa. Come ogni anno, il 21 novembre si celebra la Giornata nazionale degli alberi, istituita nel 2013 per valorizzarne l’importanza per la vita dell’uomo e per l’ambiente. Il Comune partecipa all’edizione 2020 avviando domani tre progetti per la messa a dimora di 65 alberi che andranno ad arricchire il verde urbano cittadino. Un’azione compiuta grazie all’impegno dell’Ufficio verde pubblico, alla collaborazione di Siracusa Città Educativa e della Consulta Giovanile. Questi tre progetti si aggiungono ad altri 250 alberelli piantati dal Comitato Aria Nuova e tutti insieme fanno di questa festa un momento importante in ottica di sostenibilità ambientale e partecipazione. “La rigenerazione della nostra città – afferma il sindaco, Francesco Italia – passa attraverso piccoli ma concreti gesti che vanno nella direzione del miglioramento complessivo della qualità della vita. L’obiettivo è di ribadire l’attenzione alla sostenibilità e all’accessibilità da parte della nostra Amministrazione, attraverso la capacità di ripensare la mobilità, il verde e gli spazi comuni dell’abitare. Una rivoluzione dolce che coinvolge famiglie, associazioni, istituzioni e tutti coloro che lavorano per educare a stili di vita più sani e responsabili”. Nello specifico i progetti del Comune prevederanno la piantumazione di sei alberi di arancio amaro a piazza Santa Lucia, che valorizzeranno le aiuole centrali della parte sud; 21 alberi tra cui ligustro, carrubo, leccio, photinia e ulivo, che insieme a 300 siepi andranno a sistemare l’intera parte esterna dell’istituto comprensivo Archia di via Calatabiano; infine 38 platani, che andranno ad adornare con un doppio filare il viale centrale del parco Robinson di Bosco Minniti. “Abbiamo scelto il platano – afferma l’assessore al Verde pubblico, Carlo Gradenigo – per la sua rapida crescita. Inoltre, l’ampia chioma, spoglia durante l’inverno e con foglie verdi d’estate e rosse d’autunno, trasmette il concetto del passare del tempo e delle stagioni. Tante le richieste di partecipazione pervenute in questi giorni da parte di cittadini, associazioni e ordini professionali che ringraziamo e con i quali vogliamo proseguire un percorso di rigenerazione verde della città che non finisce ma inizia con la Festa dell’albero”. L’intervento a Bosco Minniti è realizzato a costo zero ed è frutto di un progetto dell’agronomo Nino Attardo, sviluppato per favorire e incentivare la fruizione del parco creando quelle condizioni di ombra che rendano piacevole percorrere e sostare lungo il viale anche durante l’estate.

CONDIVIDI