Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento

Il tappezziere di Lentini in cura al Sert ha confessato di avere ucciso la moglie con due coltellate alla gola

CronacaIl tappezziere di Lentini in cura al Sert ha confessato di avere ucciso la moglie con due coltellate alla gola
Lentini. Gli investigatori della  Squadra mobile, unitamente a personale del Commissariato di P.S. di Lentini, ha dato esecuzione al decreto di fermo di indiziato di delitto emesso, in data 15.03.2022, dal sostituto procuratore Gaetano Bono nei confronti del tappezziere Massimo Cannone, 45 anni, residente a Lentini, reo confesso di avere ucciso la propria moglie, Naima Zahir, 45 anni, sferrrandole due fendenti alla gola con un coltello da cucina. I fatti traggono origine dalla segnalazione pervenuta lo scorso 12 marzo, alle ore 20:15 circa, presso la S.O. del Commissariato di P.S. di Lentini. A dare l’allarme sarebbe stato il cognato che ha raccontato agli operatori del 112 N.U.E che a casa del fratello vi era il corpo della donna ormai...