Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Gli studenti del IV istituto comprensivo Quasimodo di Floridia incontrano Carlotta Mattiello: “Mio figlio ucciso dalla droga, abbiate più consapevolezza”

CronacaGli studenti del IV istituto comprensivo Quasimodo di Floridia incontrano Carlotta Mattiello: “Mio figlio ucciso dalla droga, abbiate più consapevolezza”
Floridia. «Ascoltate le vostre emozioni. Stimolate la consapevolezza di ciò che avviene nella vostra interiorità e non esitate a parlare, a chiedere aiuto e a non fare tutto da soli». È l’invito rivolto ai ragazzi del IV istituto comprensivo “Salvatore Quasimodo” di Floridia da Carlotta Mattiello, madre di Vittorio Andrei, in arte “Cranio Randagio”, rapper e celebrità di “X Factor” morto a Roma nel 2016, a soli 21 anni, per un mix fatale di droghe, durante una festa di compleanno finita in tragedia. Quelle di Carlotta Mattiello sono parole cariche di dolore ma anche di speranza: «I ragazzi sanno bene ciò che fa male o che non va fatto. Anche Vittorio lo sapeva. Il problema è come riuscire a non cadere...