Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento

Durissimo atto d’accusa “al signor Vescovo Francesco” dell’ex prete Paolo Pandolfo: “M’incatenerò alle colonne di San Pietro”

CronacaDurissimo atto d'accusa “al signor Vescovo Francesco” dell'ex prete Paolo Pandolfo: “M’incatenerò alle colonne di San Pietro”
Sortino. Paolo Pandolfo non ci sta. Esiliato a Sortino, paese d’origine, Pandolfo non ci sta a subire in silenzio una condanna che ritiene profondamente ingiusta, non improntata al sentimento di misericordia, viziata da ipocrisia e doppiopesismo. La condanna è quella della riduzione allo stato laicale che esclude Pandolfo dal clero cattolico: una condanna straziante per sé e per i suoi anziani genitori, che, come lui, vivono in un piccolo centro qual è Sortino. Ancora una volta, come in precedenza, sempre sui social, Pandolfo ha pubblicato una sua esternazione, sotto forma di lettera aperta “al signor vescovo Francesco”, dal titolo “Il dolore che uccide”. Pandolfo, frate francescano prima di diventare...