Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Al processo a carico dell’impresario di pompe funebri di Lentini due Carabinieri del Ris di Messina spiegano dove hanno trovato le impronte digitali del pluriomicida

CronacaAl processo a carico dell’impresario di pompe funebri di Lentini due Carabinieri del Ris di Messina spiegano dove hanno trovato le impronte digitali del pluriomicida
Siracusa. Nell’aula della Corte d’Assise dove si celebra il processo a carico dell’impresario di pompe funebri di Lentini, Adriano Rossitto, i Pubblici Ministeri Salvatore Grillo e Maria Chiara Vedovato hanno esaminato i testimoni Gaetano Troia, Gianfranco Di Bella, il tenente colonnello Carlo Romano e il carabiniere Pietro Cucè, questi ultimi due componenti del Nucleo Carabinieri Ris di Messina. I quali hanno spiegato alla Corte d’Assise (presidente, Tiziana Carrubba; a latere, Carla Frau) i quali posti hanno localizzato le impronte digitali lasciate nei luoghi dove sono stati rinvenuti i cadaveri o i miseri resti umani delle vittime della furia omicida dall’impresario di pompe funebri di Lentini. Le impronte sono state...