Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Processato per direttissima Robert Iacono per possesso di 40 grammi di crack, lui nega mentre i Carabinieri dicono che la sostanza è stata rinvenuta sul tetto accanto a lui

CronacaProcessato per direttissima Robert Iacono per possesso di 40 grammi di crack, lui nega mentre i Carabinieri dicono che la sostanza è stata rinvenuta sul tetto accanto a lui
Siracusa. Si è celebrato oggi pomeriggio il processo per direttissima chiesto dalla Procura nei confronti di Robert Iacono, arrestato ieri mattina dai Carabinieri perché trovato in possesso di quaranta grammi di crack. Il giovane, difeso dall’avvocato Junior Celesti, ha negato l’addebito ma i Carabinieri hanno ribadito che la sostanza è stata rinvenuta sul tetto della casa dove l’uomo si era rifugiato nel tentativo di sottrarsi all’arresto. I Carabinieri hanno raccontato al giudice Liborio Mazziotta di essersi recati nell’abitazione del giovane per arrestarlo come ordinato dal Gip Barone del Tribunale di Catania. Durante la perquisizione domiciliare Robert Iacono è scappato ed è riuscito a saure sul tetto della casa dove a...