Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento

Per la Consulta è illegittimo il controllo assoluto dei detenuti, sì ai rapporti affettivi. Adesso la palla passa al governo e al Parlamento che debbono indire i concorsi per assumere agenti penitenziari

CronacaPer la Consulta è illegittimo il controllo assoluto dei detenuti, sì ai rapporti affettivi. Adesso la palla passa al governo e al Parlamento che debbono indire i concorsi...
Roma. “La sentenza della Corte Costituzionale che apre ai colloqui affettivi, anche intimi, in carcere pone una serie di ulteriori problematiche logistiche, gestionali e operative alle gravissime esistenti ed è destinata ad aumentare considerevolmente il già insostenibile carico di lavoro per gli operatori, peraltro decimati negli organici con 18mila unità mancanti al solo Corpo di polizia penitenziaria”. Così commenta la decisione della Consulta che ha giudicato incostituzionale l’inderogabilità del controllo visivo dei colloqui dei detenuti Gennarino De Fazio, Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria. “Siamo naturalmente rispettosi della Costituzione e delle decisioni del Giudice delle leggi, ma non possiamo...