Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Ucciso a Corsico, alle porte di Milano, il 4 febbraio 1995 l’onesto fruttivendolo Pietro Sanua. La storia del delitto di mafia la racconta lo studente Stefano Raimondo della Terza C del Liceo scientifico “Filolao” di Crotone

CronacaUcciso a Corsico, alle porte di Milano, il 4 febbraio 1995 l’onesto fruttivendolo Pietro Sanua. La storia del delitto di mafia la racconta lo studente Stefano Raimondo della Terza...
Lucca. Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani, nell’ambito del progetto #inostristudentiraccontanoimartiridellalegalità, affida la storia di Pietro Sanua, onesto fruttivendolo, ucciso il 4 febbraio 1995 dalla criminalità organizzata. La ricostruzione dei fatti accaduti ad opera dello studente Stefano Raimondo della classe III sez. C del liceo scientifico “Filolao” di Crotone. “La mattina del 4 febbraio 1995, a Corsico, un paese alle porte di Milano, venne ucciso Pietro Sanua. Pietro Sanua era un uomo molto umile; era un venditore ambulante e faceva parte dell’associazione nazionale venditori ambulanti di Milano, di cui lui era il dirigente. Se nella sua vita lavorativa essere il...