Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Trentadue anni fa la mafia uccideva il maresciallo dei Carabinieri Giuliano Guazzelli mentre era alla guida della sua auto sulla statale 115 Agrigento-Porto Empedocle. Nell’anniversario della morte il ricordo di uno studente del liceo scientifico Filolao di Crotone

CronacaTrentadue anni fa la mafia uccideva il maresciallo dei Carabinieri Giuliano Guazzelli mentre era alla guida della sua auto sulla statale 115 Agrigento-Porto Empedocle. Nell’anniversario della morte il ricordo...
Lucca. Trentadue anni fa, 4 aprile del 1992, la mafia uccideva il maresciallo dei carabinieri Giuliano Guazzelli mentre era alla guida della sua Fiat Ritmo lungo la strada statale 115 Agrigento-Porto Empedocle; Guazzelli era nato a Gallicano in provincia di Lucca e fu assunto giovanissimo nell’arma dei Carabinieri. Collaborò a molte indagini investigative importanti riguardanti il clan dei corleonesi; il clan di Cosa Nostra in provincia di Agrigento; l’organizzazione criminale “Stidda”; la banca di Girgenti; l’omicidio di Salvatore Curto; l’indagine sulla partecipazione dell’on. Calogero Mannino al matrimonio del figlio del boss di Siculiana, Gerlando Caruana. Era serio e scrupoloso e per la sua dedizione...