Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Il tecnico di telefonia gela le speranze di Rabbiele di vedersi riformare la condanna in assoluzione. Il suo cellulare e quello della vittima sono stati captati dall’antenna per cui è certo che lui e Nastasi si trovavano nella zona della tragica lite

CronacaIl tecnico di telefonia gela le speranze di Rabbiele di vedersi riformare la condanna in assoluzione. Il suo cellulare e quello della vittima sono stati captati dall’antenna per...
Catania. I giudici della Corte di Assise di Appello di Catania hanno fissato per il 13 maggio la discussione al processo a carico del pachinese Raffaele Forestieri, noto con l’appellativo di Rabbiele, appellante contro la con danna a 20 anni di reclusione inflittaggli dalla Corte d’Assise di Siracusa che lo ha riconosciuto colpevole dell’omicidio di Emanuele Nastasi, avvennuto il 4 gennaio 2015 nel quartiere Mascagni dove sorgono gli edifici di alloggi popolari. Il Nastasi, tossicodipendente aveva comprato dai cugini Raffaele e Paolo Forestieri (quest’ultimo ucciso a colpi di fucile da quattro componenti della banda di Via Cappellini, altro quartiere con alloggi popolari di Pachino) delle dosi di eroina pagandole ottanta euro....