Non sei abbonato

Caro lettore, non puoi leggere le notizie perché non possiedi un abbonamento attivo.

Attiva un abbonamento
mio capitano pubblcitià
mio capitano pubblcitià

Dalla Corte d’Appello di Catania assolto l’impresario di pompe funebri di Vittoria Angelo Cutello vittima di una campagna denigratoria ai suoi danni e di suo figlio condotta dal famoso giornalista antimafia Paolo Borrometi

AperturaDalla Corte d’Appello di Catania assolto l’impresario di pompe funebri di Vittoria Angelo Cutello vittima di una campagna denigratoria ai suoi danni e di suo figlio condotta dal famoso...
Catania. Dalla Corte d’Appello di Catania è stata pronunciata sentenza di assoluzione con formula piena nei confronti dell’impresario di pompe funebre di Vittoria Angelo Cutello dal reato di tentata estorsione. Cutello in primo grado era stato condannato alla pena di dodici anni di reclusione. Ma i giudici della Corte d’Appello hanno sconfessato il Tribunale di Ragusa che aveva riconosciuto colpevole l’impresario di pompe funebri di un reato che il Cutello non ha commesso. Per fortuna in Italia si possono impugnare le sentenze di primo grado altrimenti il signor Cutello sarebbe stato sbattuto in carcere per la gioia del giornalista antimafia Paolo Borrometi che per molti anni lo ha definito un mafioso in articoli pubblicati sul...